fbpx

Guida sulla scelta delle finiture per la casa dei tuoi sogni.

Le 10 fasi per la scelta di materiali sostenibili per l’estetica e funzionalità dei rivestimenti.

Come detto negli articoli precedenti, il carattere estetico è fondamentale per la personalizzazione della tua dimora. Vediamo insieme quali materiali ecosostenibili sono più richiesti nell’ultimo periodo.

Al primo posto troviamo sicuramente il legno. Alcune semplici assi di legno possono essere utilizzate per creare divisori sui quali, ad esempio, possiamo poggiare piante ornamentali, per dare un tocco elegante e semplice alla tua casa, ma non solo, il legno può essere usato come rivestimento sulle pareti, chiamato “perlinatura”, che può essere tenuto allo stato naturale o tinteggiato con i colori che più ci piacciono, o ancora può essere utilizzato per creare veri e propri motivi sulle pareti, dando quel tocco classico e moderno.

Il parquet in legno non passa mai di moda, quindi perché non creare geometrie particolari accostando vari tipi di legno, con diverse colorazioni, per personalizzare al meglio la pavimentazione della nostra casa?

Una alternativa al parquet in legno può essere il “finto parquet” in grès porcellanato. Sul mercato sono presenti tante soluzioni in diverse colorazioni.

Un altro materiale molto favorito è sicuramente il bamboo, considerato tra le tipologie di legno più resistenti ed ecosostenibili che possono trovarsi sul mercato. Nel design d’interni si può trovare come top in cucina, o in bagno con lavabo in appoggio. In alternativa gli stessi lavabi possono trovarsi fatti di bamboo.

L’accostamento del legno col vetro è sicuramente la scelta più favorita in questo momento, infatti negli ultimi anni l’utilizzo del vetro è incrementato notevolmente.

Il vetro si può utilizzare come divisorio tra ambienti, limitando così l’utilizzo di cartongesso e favorendo tra gli ambienti scambi di luce più consistenti. Creare grandi vetrate nel tuo appartamento o nella tua villa, oltre che a dare un aspetto estetico moderno, favorirà più apporto luminoso in casa.

Sul mercato le lastre di vetro possono trovarsi di tutte le dimensioni, spessori e colorazioni, oltre che ad effetto oscurante.

Se l’obiettivo è quello di sperimentare nuovi generi di arredamento, sappiate che negli ultimi anni il cartone sta diventando uno dei materiali più ecosostenibili, favorendo il riciclaggio del materiale, il costo di produzione e di vendita è nettamente ridotto.

Si è scoperto infatti che il cartone è sorprendentemente molto resistente, ideale per la creazione di sedie e tavolini, riducendo così la difficoltà del montaggio e la facilità nel trasporto del suddetto materiale.

Uno dei materiali di spicco è sicuramente anche la pietra naturale, tra cui:

  • Marmo;
  • OKITE® (materiale innovativo composto da resina poliestere, quarzo e pigmenti naturali);
  • Biopietra (utilizzata molto per il rivestimento di pareti sia interne che esterne).

La pietra naturale è utilizzata molto come piando d’appoggio per i lavabo in bagno o per la cucina.

Da sempre utilizzata come rivestimento per le pavimentazioni, negli ultimi anni, grazie a materiali innovativi, la pietra sta diventando sempre di più un materiale di pregio.

In conclusione possiamo affermare che esistono tantissimi tipi di finiture, ognuna diversa dall’altra. Un consiglio che posso dare è di scegliere in primo luogo lo stile dell’abitazione, se preferiamo un ambiente più classico o più moderno, in base poi allo stile che andiamo a seguire sceglieremo le varie pavimentazioni e rivestimenti delle pareti, ed infine i mobili.

Essendo designer d’interni saprò darti consigli e saprò seguirti in tutte le fasi del tuo progetto, contattami se fossi interessato.

Altre News

Hai un progetto simile da realizzare? Contattaci

Oltre 25 anni di esperienza, offre consulenza per:

Progettazione – Ristrutturazioni, 

Consulenza – Eco Bonus 110%

A.P.E, sicurezza Dlg.s 81/08, 

Prevenzione incendi D.P.R 151/11, 

Perizie, Pratiche comunali e catastali 

Contatto veloce