fbpx

Come Scegliere un Architetto

Quando si vuole costruire, riprogettare o ampliare casa, il momento è certamente caratterizzato da grande stress; non solo il pensiero corre al lato economico, ma il timore più che giustificato riguarda il risultato. E se non venisse bene? E se lo facessimo come avevamo detto fin dall’ inizio? Per cercare di minimizzare i problemi fin dalla radice, la cosa migliore è scegliere un architetto che possa seguire per intero tutto il processo.

Chi è l’architetto

L’architetto è quella figura professionale in grado di aiutarvi nella realizzazione o progettazione della vostra casa. Deve considerare le vostre esigenze, condividere con voi le sue idee, ascoltare le vostre opinioni, sottoporvi eventuali problematiche e consigliare possibili soluzioni. Ha la capacità di immaginare gli spazi ancora prima che questi esistano ed è questa la vera essenza della professione dell’architetto.

Come lavora un architetto

La prima componente da guardare in un architetto è la fiducia. Lui per un determinato periodo di tempo, diventerà il vostro consulente e voi dovete dargli spazio, ma al contempo dovete ricevere anche la sua fiducia. Il rapporto quindi è paritario, voi dovete fidarvi di lui e lui di voi.

L’architetto è capace di fornire all’abitazione un valore aggiunto, realizza progetti nel dare forma ai desideri dei propri clienti, comprendendo prima di tutto le necessità per poterlo poi tradurre in progetto che sia realizzabile, cioè che rispetti le norme vigenti in materia di costruzioni, pianificazione, rispetto ambientale e soprattutto sicurezza.

Da tutti questi dettagli, ammortizzati e resi visibili grazie a disegni sia fisici che virtuali e a rendering, si stabiliscono i costi e le tempistiche.

Funzionalità, comfort e design

La progettazione ideale di un’abitazione è quella che prevede la migliore estetica possibile, le soluzioni più innovative, l’arredamento più bello ed elegante, tutto combinato con economicità, comfort, praticità e funzionalità. Praticamente l’impresa è impossibile, ma l’architetto ha il compito di ridurre il gap.

Quante più informazioni riuscite a trasferire al vostro architetto, tanto più diviene semplice per lui operare,

L’architetto non è inquadrabile solo come una figura professionale capace di influenzare il lato meramente estetico, ma data la sua propensione alla praticità, deve correlare al design anche comfort e funzionalità.

L’architetto non deve essere confuso con un interior designer: quest’ultima figura professionale ha competenze unicamente per quanto concerne l’aspetto degli interni, proponendo soluzioni d’arredo particolari, non ha certo le competenze architettoniche per poter dettare istruzioni strutturali, prender contatto con i fornitori e dirigere i lavori edilizi. Più facilmente si può semplificare il concetto dicendo che un architetto tout court potrà anche essere interior designer, mentre quest’ultimo molto difficilmente potrà essere anche architetto. La situazione ideale prevede che architetto e interior designer lavorino insieme con spirito collaborativo, ma il secondo entra in gioco nel momento in cui le opere murarie sono state completate e gli spazi già definiti.

Altre News

Costruire una casa: A chi mi rivolgo?

Una casa è un qualcosa di particolarmente complesso, sia per il tempo necessario per costruirla sia per i materiali impiegati, la struttura organizzativa del cantiere,

Progettazione Villa Unifamiliare

Il progetto architettonico di una villa rappresenta il momento di ideazione di un edificio a carattere residenziale isolato, normalmente destinato a un unico nucleo familiare.

Hai un progetto simile da realizzare? Contattaci

Oltre 25 anni di esperienza, offre consulenza per:

Progettazione – Ristrutturazioni, 

Consulenza – Eco Bonus 110%

A.P.E, sicurezza Dlg.s 81/08, 

Prevenzione incendi D.P.R 151/11, 

Perizie, Pratiche comunali e catastali 

Contatto veloce